Google Grants: comunicazione sociale

Da anni Puntoit si occupa di fornire servizi studiati ad hoc per le cooperative sociali, organizzazioni Onlus, associazioni no profit. Conosciamo le esigenze specifiche, i problemi organizzativi, la mancanza, talvolta, di fondi sufficienti a facilitare il lavoro di questi organismi.

Per questi motivi, vi segnaliamo alcune iniziative sociali che Google ha ideato nell’ambito del programma “Google for nonprofits: una serie di agevolazioni legate al mondo web rivolte specificatamente alle organizzazioni senza scopo di lucro.

Google Grants rappresenta una parte della proposta Google for nonprofits: la concessione di un account pubblicitario online gratuito collegato al programma Google AdWords, specifico per le organizzazioni Onlus.

Come ottenere l’opportunità di pubblicizzare gratuitamente le attività della propria associazione, creando maggiore traffico sul proprio sito (dunque maggiore popolarità e possibilità di informazione mirata), favorendo il reclutamento di volontari o la raccolta di donazioni rivolte alla propria missione?

Google Grants è un premio al quale possono accedere soltanto le organizzazioni non governative idonee registrate presso l’apposita anagrafe unica delle Onlus, previa approvazione del Ministero delle Finanze. In linea generale, le organizzazioni no profit che operano nei campi dell’educazione, della salute, della scienza, dell’arte, della tecnologia e del volontariato.

Per verificare se la vostra associazione risponde ai requisiti necessari per partecipare al premio Google Grants, consultate le pagine Idoneità, Regolamento, Restrizioni del sito ufficiale   LINK

Per usufruire appieno delle possibilità di Google Grants, vi consigliamo di informarvi adeguatamente sul funzionamento del programma Google AdWords. Puntoit ha pubblicato un post informativo in questo blog

Riassumendo brevemente, possiamo presentare Google Adwords come un account pubblicitario autogestito: gli inserzionisti fissano un costo massimo per clic, che verrà loro addebitato ogni qualvolta un utente clicca sul loro annuncio. Anche il costo complessivo della campagna è fissato anticipatamente, nella certezza di spendere nel modo voluto e adeguato il budget destinato alla pubblicità del proprio sito.

Google Grants offre ai propri beneficiari un premio pubblicitario gratuito che può raggiungere il valore massimo di 10.000 dollari mensili da utilizzare nelle campagne AdWords. Importante: nessun importo (né complessivo né “per clic”) viene attribuito da Google all’organizzazione che usufruisce di tale gratifica: la cifra stabilita corrisponde unicamente al valore del premio messo a disposizione gratuitamente da Google Grants.

Ovviamente l’importo di 10.000 dollari annunciato da Google Grants rappresenta un massimale: l’entità del premio pubblicitario a cui ciascuna organizzazione può aspirare è estremamente variabile, sia come condizione di partenza che nella propria evoluzione, poiché dipende essenzialmente dal rendimento (cioè dal traffico) generato dai propri annunci.

La durata del premio ottenuto è potenzialmente continua: non esiste una data di conclusione prefissata, e non è necessario ripresentarne periodicamente richiesta.

L’opportunità di fruizione del premio è tuttavia correlata al rispetto delle  condizioni di gestione attiva del programma e delle norme che lo regolano: diversamente, Google Grants si riserva il diritto di revocare senza preavviso la partecipazione di un’organizzazione al programma per inidoneità, escludendola dalla possibilità di ripresentare domanda.

Se Google Grants rappresenta un’occasione per pubblicizzare in modo gratuito ed efficace la tua organizzazione no profit e la sua missione, puoi presentare richiesta per mezzo dell’apposito modulo onlineLINK

Ti consigliamo di approfondire queste informazioni consultando il sito ufficiale di Google Grants e Google Adwords, per verificare le condizioni di idoneità della tua richiesta e le restrizioni fissate dal programma.

Caso di successo proposto da Google.

Puntoit è disponibile per supportarti nella tua attività.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *