Primo posto in Google: incubo o opportunità?

A voi la risposta ma dopo aver letto queste impressioni.

Uno studio recente di Optify, il provider leader nel settore dei software e dei servizi di web marketing, ha evidenziato l’importanza di comparire nella pagina numero 1 di Google, in particolare in una delle prime tre posizioni fra i risultati organici di ricerca.

La rilevanza di questo obiettivo è ormai chiara a tutti coloro che investono nel campo del traffico web, ma Optify ci offre in più numeri e percentuali: un’occasione per verificare, ed eventualmente implementare, l’efficacia della vostra strategia marketing.

Secondo questo studio, i siti posizionati ai primi tre posti fra i risultati di Google ricevono il 58,4% dei click di tutti gli utenti: più precisamente, il CTR (click through rate) medio è distribuito in 36,4% per i siti al primo posto, 12,5% per quelli al secondo e 9,5% per i siti in terza posizione.

Visibilità e resa nella SERP

Immagine presente nello studio della Optify

Questo significa che i siti posizionati al primo posto ottengono una quantità di traffico equivalente ai siti che compaiono fra la seconda e la quinta posizione: secondo Optify dunque, passare dalla seconda o terza posizione alla prima permetterebbe al vostro sito web di triplicare le visite.

Un altro riscontro interessante dello studio di Optify, è constatare come i siti che compaiono nell’ultima posizione (la decima) della prima pagina di Google ottengano un lieve svantaggio in termini di CTR, rispetto ai siti che si trovano in prima posizione nella seconda pagina (2,2 % contro 2,6%).

Tuttavia, poiché prevedere in quale pagina di Google comparirà il vostro sito è impossibile, gli sforzi e gli investimenti SEO devono essere focalizzati ad ottenere una collocazione in prima pagina, e successivamente diretti a raggiungere una delle prime tre posizioni.

Ottenere un posizionamento oltre la pagina 2 di Google, ha una validità  positiva per il monitoraggio delle tendenze, ma non possiede alcun valore imprenditoriale. In conclusione, afferma Optify, il business deve essere l’obiettivo per il quale plasmare la vostra strategia SEO.

Da questo link potete scaricare lo studio completo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *